17 gennaio 2014

Ostriche in tempura con maionese al wasabi

ostriche680

Questa di oggi è un'altra delle ricette che facevano parte del servizio pubblicato all'interno del numero natalizio di Season Mag di cui vi avevo già parlato qui e qui. Un antipasto un po' chiccosetto nella presentazione, tutto sommato anche ragionevolmente non troppo caro (basteranno 2-3 ostriche a persona) e anche piuttosto semplice da realizzare. Se state pensando ad un finger food da servire in occasione di una cena un po' elegante, questa potrebbe essere un'idea. Ovviamente, l'accompagnamento ideale per questo antipasto è un bel bicchiere di bollicine ghiacciate, sempre indicate con il fritto. Buon week end a tutti!

OSTRICHE IN TEMPURA con maionese al Wasabi

Per la tempura di ostriche
12 ostriche freschissime e non troppo grandi, 3 cucchiai di farina di riso, 3 cucchiai di farina 00 (più altra per l’impanatura), acqua frizzante, ghiaccio, sale
Per la maionese al wasabi:
1 uovo freschissimo a temperatura ambiente, il succo di 1 limone non troppo grande, 100 ml circa di olio di oliva (non extravergine), 2-3 cucchiaini di pasta di wasabi già pronta, sale
Circa 1 l di olio di semi di arachidi per friggere.


Preparate la maionese: mettete nel contenitore del frullatore a immersione (o quello che siete abituate ad usare per fare la maionese) l'uovo intero, il succo di limone, un pizzico di sale e il wasabi. Unite circa la metà dell'olio e iniziate a frullare, aggiungendo l'altro olio a filo finché non avrete ottenuto la consistenza di una maionese piuttosto soda
Tempura di ostriche: preparate una pastella abbastanza densa stemperando la farina con l’acqua frizzante. Fate riposare per 20 minuti in frigorifero, poi sistemate la ciotola con la pastella sopra ad una ciotola contenente acqua e cubetti di ghiaccio in modo che si mantenga sempre ad una temperatura piuttosto bassa.
Aprite delicatamente le ostriche, senza rovinarle. Estraetele con un coltellino e tamponatele con carta da cucina. Recuperate la parte concava del guscio, lavatela e asciugatela.
Nel frattempo portate a temperatura l’olio in una friggitrice (oppure una padella dai bordi alti, tipo una wok, in modo che il cibo possa essere completamente immerso nell’olio caldo).
Passate le ostriche nella farina, agitatele delicatamente in un piccolo setaccio per eliminare quella in eccesso, quindi passatele nella pastella e subito nell’olio caldo. Fatele friggere, poche per volta, controllando la temperatura dell’olio e finché la pastella non sarà diventata croccante (non deve essere dorata). Scolatele con una schiumarola e fatele asciugare su carta assorbente. Sistemate le ostriche nel loro guscio, salate pochissimo solo al momento di servirle, sistemate accanto all’ostrica un piccolo ciuffo di maionese al wasabi e decorate con una fogliolina aromatica (basilico viola oppure una fogliolina di Shizo o un germoglio di senape).


2 commenti:

  1. assolutamente D A _ C O P I A R E complimentoni!!!
    a presto..

    RispondiElimina
  2. mi erano sfuggite, direi sciccosissime :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...